LODI CITTA' FILM FESTIVAL 

il più piccolo festival cinematografico d'Italia

18^ Lodi Città Film Festival 3 - 6 ottobre 2016

Scarica il pieghevole
Contiene il programma con gli orari dei film
PIEGHEVOLE definitivo.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.8 MB
Introduzione al festival
Introduzione al Festival.pdf
Documento Adobe Acrobat 143.6 KB
Contemporanea i film
Contiene la descrizione di tutti i film della sezione contemporanea il cinema del presente
Contemporanea i film.pdf
Documento Adobe Acrobat 369.4 KB
Jacopetti Files. La retrospettiva
Contiene la descrizione di tutti i film della retrospettiva Jacopetti Files. Nel gorgo degli eccessi. Addio Mondo Cane 1971-1979
JacopettiFiles.Laretrospettiva.pdf
Documento Adobe Acrobat 653.3 KB
Scarica la locandina ufficiale del 18^ Lodi Città Film Festival
LOCANDINA definitiva.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.2 MB

Giovedì 15 settembre 2016, ore 12,30

  
Alzaia Naviglio Grande 4 (attracco accanto al Ponte dello Scodellino), Milano
 
A bordo e navigando in Darsena con la Cinquantana

 

JACOPETTI FILES
Biografia di un genere cinematografico italiano
di
Fabrizio Fogliato e Fabio Francione
(Mimesis Edizioni, 2016)
 
Conferenza stampa di presentazione del volume
 
e della 18a edizione del Lodi Città Film Festival (3-6 ottobre 2016)
 
 
Intervengono:
 
Fabrizio Fogliato, autore del libro e critico cinematografico
 
Fabio Francione, autore del libro, scrittore e direttore artistico del Lodi Città Film Festival
 
Angelo Castiglioni, etnoarcheologo e cineasta 
 
Per salire a bordo della Cinquantana prenotarsi telefonicamente al 3382447103 o mandando mail a stampalodifest@libero.it entro mercoledì 14 settembre
 
                     Buffet con cibi lodigiani curati da La Casina delle Delizie di Lodi
 



Fabrizio Fogliato e Fabio Francione, Jacopetti Files

Amato oppure odiato, considerato fenomeno di culto da molti e liquidato come uno sfoggio di morboso voyerusimo da altri. Comunque lo si valuti, il cinema di Gualtiero Jacopetti non può lasciare indifferenti. 
Mondo cane
, Africa addio, Addio zio Tom sono solo alcuni dei film che hanno tratteggiato i contorni di un nuovo genere cinematografico: il Mondo Movie
Nato sul finire degli anni ’50 come sottogenere del documentario, il Mondo Movie vuole colpire lo spettatore ricorrendo a immagini e a temi spesso scioccanti e controversi, al limite della morbosità. Non a caso il genere è conosciuto anche con il termine “shockumentary”. Attraverso interviste, testimonianze, sondaggi critici, materiali editi e inediti, contributi originali e un apparato fotografico tratto da archivi pubblici e privati, Francione e Fogliato ricostruiscono in questo libro la biografia di un filone cult e dei suoi maggiori protagonisti (da Franco Prosperi e Paolo Cavara, a Stanis NievoAntonio Climati e Mario Morra), dedicando un'ampia sezione del libro alla riscoperta del cinema dei fratelli Alfredo e Angelo Castiglioni.
Giovedì 15 settembre, all'interno della conferenza stampa del Lodi Film Festival, i due autori incontrano per la prima volta i giornalisti per presentare il volume.

Fabrizio Fogliato, critico e saggista cinematografico. È Coordinatore Didattico e docente di Arti Visive presso il Centro Formativo “Starting Work” di Como. È curatore di rassegne cinematografiche sul territorio lombardo. Ha dedicato libri e studi ad Abel Ferrara, Michael Haneke, Paolo Cavara e Luigi Scattini e sta indagando il cinema sommerso e censurato con i volumi di Italia: ultimo atto. L’altro cinema italiano (2015). Gestisce un blog  www.fabriziofogliato.wordpress.com

Fabio Francione, vive e lavora a Lodi. Scrive di cinema, teatro, musica per “il Manifesto”, cura la collana Viaggio in Italia delle Edizioni Falsopiano, ha fondato il Lodi Città Film Festival. Tra i suoi ultimi libri, l’uscita in edizione francese de La mia magnifica ossessione di Bernardo Bertolucci (2015), la curatela della nuova edizione di Volgar’eloquio di Pier Paolo Pasolini (2015); Pasolini sconosciuto (n.e. con supplementi, 2015) e Giovanni Testori. Lo scandalo del cuore (2016)

USCITA15 settembre 2016
PAGINE: 418
PREZZO: 30 €

Per info: tel. 3382447103 stampalodifest@libero.it e ufficio.stampa@mimesisedizioni.it

 

 

-- Chiara Fortebraccio
 - Martin Hofer
Ufficio Stampa Mimesis Edizioni
tel: 02 24410620 fax: 02 89403935
mobile: 348 7540559
ufficio.stampa@mimesisedizioni.it
www.facebook.com/mimesis.edizioni

Cinema d'Estate 5 - 28 luglio 2016

Cinema d'Estate 2016 - nota introduttiva

Tornano i film d'estate al Moderno
primo titolo Il Ponte delle spie di Steven Spielberg con Tom Hanks

 

Con la mia nota introduttiva spero d'aver dato qualche spunto di riflessione sul modo di programmare cinema al giorno d'oggi. F. Fr.

 

Stasera comincia la seconda stagione di Cinema d’Estate. Per luogo di proiezione, orari, film il grafico costruito qui accanto è più che informato, qui invece si tenta di dare un senso al cartellone allestito e alla sequenza dei film, nascondendo qualche pretesa curatoriale nella chiarissima diversità sia dei generi sia delle scelte. Ma, ecco la prima contraddizione e infatti non è un caso che l’utilizzo del termine di stagione in luogo di edizione da un lato contingenta la crisi del cinema, inteso nella sua filiera soprattutto distributiva e dall’altro mette in soffitta, con una pretesa di serialita’ cara alla televisione, il Cinema sotto le Stelle e le sue venti estati. Almeno questo è stato ed è nelle intenzioni dell’or prima di Cineclub Tempi Moderni e poi di Lodi Città Film Festival. Proprio le prerogative che hanno mosso dal 1992 e poi dal 2000 fino ad oggi le due aggregazioni culturali, l’una travasatasi nell’altra senza soluzione di continuità fino alle recenti riapparizioni invernali, danno la misura e la distanza di cos’era prima dell’avvento delle nuove tecnologie, anche di proiezione, il poter e voler far vedere il cinema come atto critico e disvelamento della macchina medesima che poteva essere ammirata in funzione al cortile del Teatro alle Vigne. Oggi non è più così. E non lo sarà mai più se non facendo “modernariato” in fiere e mercatini. Ma “Nuovo cinema paradiso” e “Splendor” hanno già avuto i loro cantori e continuare una battaglia di retroguardia, peraltro già denunciata più volte, non è, ora come ora, proprio come dire interessante. Molto più interessante è invece il voler giocare con il cinema attuale, gigantesco salotto televisivo - detto senza presunzione nel tentativo di spicciare in sintesi i nuovi modi di proiezione - scontando della TV però un’orizzontalita’ di programmazione che consente al medesimo orario - le 21,30 - e ad un prezzo contenuto di poter sostare tra i grandi incassi e successi con sorpresa del cinema italiano (il filotto virtuoso Quo vado, Perfetti sconosciuti, Lo chiamavano Jeeg Robot e La pazza gioia) non negando con Suburra, uno dei filoni direttamente discesi dalle serie TV e con Le confessioni, quella patina di autorialita’ che a piccole dosi impreziosisce una “galleria d’arte” o più banalmente una “televendita”. Ciò non fa che dar rilievo a due serie straconosciute come Star Wars (qui nel suo episodio VII) e 007 (con il falso remake Spectre) alle quali si contrappongono gli agili Irrational man di Woody Allen, ancora al suo meglio, e 45 anni che fa affidamento ad una star come Charlotte Rampling. Mentre la storia, quella minima coinvolta nei grandi accadimenti esplode in tutta la sua carica eversiva nell’ouverture della rassegna e nella sua contro copertina del giorno dopo con il dittico “Il ponte delle spie” e “Lo stato contro Fritz Bauer”. Cosa aggiungere se non a ragione: buio in sala 

Fabio Francione 

Cinema d'Estate 2016 I Trailer

depliant ufficiale 17lodifilmfest
contiene il programma e le principali info
depliant ufficiale17lodifilmfest.pdf
Documento Adobe Acrobat 907.8 KB
16^ Lodi Città Film Festival 2014
16^ Lodi Città Film Festival 2014

NUOVO CINECLUB TEMPI MODERNI

Nuovo Cineclub Tempi Moderni

un grande contenitore di cinema "altro", rispetto ai blockbuster e alla programmazione del week-end

 

Dal 14 gennaio al 27 maggio 2014 e dal 23 settembre al 25 novembre 2014

 

Ogni film sarà collocato nell’ambito di una sezione specifica (ad es. nuovo cinema femminile; animazione all’italiana; DOC Italia; festival dei festival; ecc.)

 

Luogo: Cinema Moderno, Lodi Corso Adda 97

Giorno e orario: il Martedì alle ore 21 – spettacolo unico ingresso € 4,50

 

Programma dal 6 al 27 maggio 2014

http://lodifilmfest.wordpress.com/2014/05/05/nuovo-cineclub-tempi-moderni-programma-dal-6-al-27-maggio-2014/

----------------------------------

Cinema sotto le Stelle 25 giugno - 23 agosto 2013
Cortile del Teatro alle Vigne
V. Cavour 66, Lodi
cinema sotto le Stelle 2013 volantino.pd
Documento Adobe Acrobat 53.0 KB
Contemporanea per la Festa del Cinema 13-14-15 maggio 2013
CONTEMPORANEA
il cinema del presente
PER LA FESTA DEL CINEMA
Focus Sardegna Cinema d’Ombre
Cinema Moderno Multisala
C.so Adda 97, Lodi
volantinocontemporaneaperlafestadelcinem
Documento Adobe Acrobat 338.4 KB

14^ Lodi Città Film Festival - Depliant

Depliant14LodiFilmFest2012
Contiene il Programma, l'introduzione e le informazioni della 14a edizione del Lodi Città Film Festival 1-2-3 ottobre 2012
Depliant14LodiFilmFest2012.pdf
Documento Adobe Acrobat 514.5 KB

Cinema sotto le Stelle

Cortile del Teatro alle Vigne, V. Cavour 66 Lodi

26 giugno - 23 agosto 2012

programma cinema sotto le stelle 2012
programma cinema sotto le stelle 2012
ABEL FERRARA. DIRECTED BY
ABEL FERRARA. DIRECTED BY

ABEL FERRARA. DIRECTED BY

Autobiografia di un filmaker a passeggio tra i generi

Cinema Gnomo, Milano domenica 20 novembre 2011

A cura di Fabio Francione con la collaborazione di Fabrizio Fogliato

Schede a cura di Sara Corbellini

Una realizzazione di Lodi Città Film Festival

Abel Ferrara è regista anomalo, onnivoro nei gusti, passionale e umorale nella realizzazione dei film. Aperto alle esperienze, privo di pregiudizio verso qualunque supporto mediatico, ha realizzato anche videoclip, spettacoli teatrali, documentari; diretto serie tv, inventato format e abortito innumerevoli progetti per mancanza di denaro. L’omaggio ha come obiettivo il racconto di un regista-artista a 360°, mostrando al pubblico i suoi lavori più recenti e autobiografici, che però illuminano quelle opere che, nel bene e nel male, hanno alimentato la fama di cineasta maledetto. Con la macchina da presa al posto della chitarra, quanto mai altri Abel Ferrara narra la sua Città, New York, nelle pieghe più oscure e contraddittorie della contemporaneità, estesa ad un futuro prossimo venturo come alla tradizione di un passato mai domo, trasformandosi in uno straordinario folk-urban-filmaker. All’omaggio si accompagna una monografia edita dalle Edizioni Falsopiano di Alessandria .

programma dei film
ABEL FERRARAdirectedbyautobiografiadiunf
Documento Adobe Acrobat 131.9 KB
schede dei film
ABEL FERRARA. DIRECTED BY. Schede dei fi
Documento Adobe Acrobat 111.5 KB

On the Web in collaborazione con e-theatre

99 Posse. Cattivi Guagliuni (2011, 4') regia Abel Ferrara

--------

13^ Lodi Città Film Festival
13^ Lodi Città Film Festival

depliant, cartella stampa

depliant esterno lodi film fest 2011
esterno-w.pdf
Documento Adobe Acrobat 377.3 KB
depliant interno (con programma) lodi film fest 2011
interno-w.pdf
Documento Adobe Acrobat 183.0 KB
cartella stampa lodi film fest 2011
cartella stampa lodifilmfest2011.zip
Archivio compresso in formato ZIP 34.0 KB

On The Web in collaborazione con e-theatre

13^ Lodi Film Festival 2011 On The Web in collaborazione con e-theatre

ALL'USCITA di Luigi Pirandello prove di messinscena mai realizzata di Simone Carella, al Cimitero Acattolico, detto degli Inglesi, al Testaccio di Roma, con Luigi Rigoni, Stefano Corsi, Patrizia Bettini, con Mario Romano scenografo, Areta Gambaro ed Emiliano Vitolo, operatori riprese.

ATTO SENZA PAROLE 2 di Samuel Beckett, regia Carlo Di Carlo, con Cosimo Cinieri e Leo De Berardinis.

CINEMA SOTTO LE STELLE 27 giugno - 25 agosto 2011

Cortile del Teatro alle Vigne, V. Cavour 66 Lodi

programma cinema sotto le stelle 2011
programma cinema sotto le stelle 2011

Introduzione al Programma

 

Qualche mese fa i sondaggi sul cinema contemporaneo erano disastrosi. L'incomprensione per la forma d'arte più funzionale e propagandistica del '900 – inutile nascondere che cinema e guerra, qualsiasi tipo di guerra combattuta con armi o con sole parole, più volte sono stati visti a braccetto – ha avuto il suo apice nell'invenzione ed evoluzione costante dei media e dei loro supporti tecno-comunicativi. Anche se la demolizione del circuito virtuoso pubblico-sala-proiezione è cominciato alla metà degli anni settanta, quasi quarant'anni fa. La teoria al solito aveva precorso la prassi. Insomma, se ne parlava da almeno cinquant'anni per metterla giù alla Nanni Moretti. L'attuale situazione, dunque, non è che l'ultimo tratto di un percorso che se non già prefigura gli estremi stadi del processo, poco ci manca. L'intuizione godardiana del cinema come “paese in più sulla carta geografica” si espande a dismisura dappertutto, letteralmente brucia anche la kafkiana “prigione degli occhi”. Ogni immagine è diventata “giusta” (ancora Godard) per essere incorniciata in un movimento che si coordini con la vita e i suoi ritmi. In un'inversione di tendenza e di progresso, tenendo a mente però i new media e i processi di scambio di informazioni, e superando la banale selezione a colonne dei film (qui i blockbuster americani, lì il cinema d'autore europeo, accanto la commedia all'italiana, più all'estremo le altre cinematografie carpite inevitabilmente secondo le uscite), si è inteso allestire un programma che affrontasse una questione cruciale di questi “anni zero”, oggi peraltro già a metà dell'1: la richiesta spasmodica e irrefrenabile di socialità. Dunque, l'intero Cortile del Teatro alle Vigne dall'entrata alla cassa, passando per il proiettore, le bobine, il bar, le sedie, per arrivare allo schermo, è allestito come un gigantesco analogico social network.
Noi ci siamo. Chiedeteci, vi daremo, amicizia.

 

 

Lodi, 27 giugno 2011                                                           Fabio Francione

 

libretto cinema sotto le stelle 2011
scarica il libretto con il programma dei film e le trame
libretto cinema sotto le stelle 2011.pdf
Documento Adobe Acrobat 771.4 KB
La zattera della fantasia. Emilio Salgari tra i flutti dell'Oceano e i cieli d'Oriente
La zattera della fantasia. Emilio Salgari tra i flutti dell'Oceano e i cieli d'Oriente

La zattera della fantasia. Emilio Salgari tra i flutti dell'Oceano e i cieli d'Oriente

Milano per lo Spettacolo

Cinema Gnomo

12 - 17 aprile 2011

 

a cura di Fabio Francione

 

una realizzazione Lodi Città Film Festival

 

In occasione dei cento anni della scomparsa di Emilio Salgari (25 aprile 1911 - 2011), il Comune di Milano con il Lodi Città Film Festival organizza la più completa antologia di film tratta dalla sua opera

Depliant Programma "La zattera della fantasia. Emilio Salgari tra i flutti dell'Oceano e i cieli d'Oriente"
pieghevole salgari.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.6 MB
Conversazione con Carole André
Conversazione con Carole André
Invito Conversazione con Carole André
invito carole.pdf
Documento Adobe Acrobat 818.3 KB
intervista a claudio gallo
intervista a claudio gallo di alberto pezzotta (corriere della sera, 12 aprile 2011)
intervista claudio gallo_pdf.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.1 MB
intervista a carole andré
intervista a carole andré di simona spaventa (la repubblica, 12 aprile 2011)
intervista a carole andrépdf.pdf
Documento Adobe Acrobat 685.8 KB
Lady Marianna si confessa
Articolo di Marco Ostoni, Il Cittadino 14 aprile 2011, sulla conversazione di Carole Andrè in Terrazza Martini, Milano
Lady Marianna si confessa.pdf
Documento Adobe Acrobat 602.7 KB

Un soleil au Cinéma. I film di Ariane Mnouchkine

MILANO PER LO SPETTACOLO

CINEMA GNOMO

19 - 24 ottobre 2010

 

Un Soleil au Cinéma. I Film di Ariane Mnouchkine

 

a cura di Fabio Francione

 

una realizzazione Lodi Città Film Festival

depliant programma un soleil au cinema
depliantunsoleilaucinema.pdf
Documento Adobe Acrobat 326.6 KB

---------------------------------------------------

12^ Lodi Città Film Festival 4 - 10 ottobre 2010
12^ Lodi Città Film Festival 4 - 10 ottobre 2010
cronaca ultimo giorno del fest e intervista sulle linee guida del fest 2011
l'articolo de il cittadino del 12 ottobre 2010 contiene l'intervista nella quale Fabio Francione tratteggia un bilancio dell'edizione 2010 indica le linee guida che muoveranno l'edizione 2011
ilcittadino12ottobre2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 528.2 KB

Comunicati, depliant programma, cartella stampa

Comunicato 12^ Lodi Città Film Festival 4 - 10 ottobre 2010
ComunicatoStampa12^lodifilmfest2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 106.2 KB
Depliant Programma 12^ Lodi Città Film Festival 4 - 10 ottobre 2010
il pieghevole contiene il programma, le informazioni e l'introduzione alla 12^ edizione del lodi città film festival
PIEG lodicitt+áfilm.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.1 MB
locandina 12^ Lodi Città Film Festival 4 - 10 ottobre 2010
LOC man lodicitt+á.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.1 MB

Il Lodi film festival: un grande schermo per il cinema d’autore

Intervista di Silvia Canevara a Fabio Francione, direttore artistico del Lodi Film Festival. Il Cittadino, 2 ottobre 2010
intervistafabiofrancionesullodifilmfest2
Documento Adobe Acrobat 419.6 KB

Lunedì 4 ottobre 2010

12^ LODI CITTA’ FILM FESTIVAL 4 – 10 ottobre 2010
Cinema Moderno, C.so Adda 97 e Sala Carlo Rivolta-Teatro alle Vigne, V. Cavour 66 Lodi

Lunedì 4
 
Ore 19,00 – La Festa del Festival
 
ore 20,30 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente
La paura (2009, 66’, nuova versione realizzata dalla Cineteca di Bologna)
regia Pippo Delbono

La paura “narrata” con il cellulare, l’esperimento di Pippo Delbono per la prima del Lodi film festival
Intervista a Pippo Delbono realizzata da Silvia Canevara. Il Cittadino, 4 ottobre 2010
ilcitadino4ottobre2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 554.1 KB

Martedì 5 ottobre 2010

12^ LODI CITTA’ FILM FESTIVAL 4 – 10 ottobre 2010
Cinema Moderno, C.so Adda 97 e Sala Carlo Rivolta-Teatro alle Vigne, V. Cavour 66 Lodi

 

Martedì 5
 
ore 18,00 - Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente    ritratti d'autore
Wim Wenders' Story – Gli esordi (2007, 96')
regia Marcel Wehn
 
ore 20,30 – Cinema Moderno
Contemporanea. Il cinema europeo del presente
Pietro (2010, 80’)
regia Daniele Gaglianone

Nella seconda giornata del Lodi città film festival anche “Pietro” di Daniele Gaglianone applaudito a Locarno
uno scritto di daniele gaglianone su "pietro"
ilcittadino5ottobre2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 496.2 KB

12^ LODI CITTA’ FILM FESTIVAL 4 – 10 ottobre 2010
Cinema Moderno, C.so Adda 97 e Sala Carlo Rivolta-Teatro alle Vigne, V. Cavour 66 Lodi

 

Mercoledì 6
 
ore 10,00 – Cinema Moderno
Contemporanea. Il cinema europeo del presente     

speciale animazione
Nat e il segreto di Eleonora (2009, 76')
regia Dominique Monféry
 
ore 18,00 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente  
Molière – duexième époque (1978, 128')
regia Ariane Mnouchkine
 
ore 20,30 –  Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Concorso Opera Prima Italia
La bocca del lupo (2009, 67') regia Pietro Marcello

Mercoledì 6 ottobre 2010

Programma della terza giornata e intervista a Pietro Marcello, regista de "La bocca del lupo"
programma della terza giornata e intervista a pietro marcello, regista de "la bocca del lupo", realizzata da lucio d'auria
ilcittadino, 6 ottobre 2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.0 KB

Giovedì 7 ottobre 2010

Giovedì 7
 

ore 10,00 – Cinema Moderno
 Contemporanea. Il cinema europeo del presente      speciale animazione
Cuccioli – Il Codice Marco Polo (2010, 99')
regia Sergio e Francesco Manfio
 
ore 18,00 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente     riscoperte
La colonna infame (1972, 105')
regia Nelo Risi
 
ore 20,30 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente
Il mio novecento (2010, 180’)
regia Carlo Lizzani         

Programma della quarta giornata e intervista a Carlo Lizzani
Programma della quarta giornata e intervista al regista Carlo Lizzani per il suo nuovo film "Il mio Novecento", Il Cittadino 7 ottobre 2010
ilcittadino7ottobre2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 524.0 KB

Venerdì 8 ottobre 2010

12^ Lodi Città Film Festival 4 - 10 ottobre 2010

Cinema Moderno, C.so Adda 97 e Sala Carlo Rivolta-Teatro alle Vigne, V. Cavour 66 Lodi

Venerdì 8
 
ore 17,00 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente         
Images from the playground – Ingmar Bergman (2009, 30')
regia Stig Björkman
 
ore 18,00 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente         
2 giorni a Parigi (2007, 96')
regia Julie Delpy
  
ore 20,30 - Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente         
Il compleanno (2009, 106')
regia Marco Filiberti

ore 22,30 - Sala Carlo Rivolta Film a sorpresa

Contemporanea. Concorso Opera Prima Italia         
 Diciotto anni dopo (2010, 100')
regia Edoardo Leo

Introduzione al programma e intervista a Marco Filiberti, regista de "Il compleanno"
Introduzione al programma della giornata e intervista realizzata da Silvia Canevara a Marco Filiberti, regista de "Il compleanno"
Il Cittadino, 8 ottobre 2010
ilcittadino8ottobre2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 428.4 KB

Sabato 9 e Domenica 10 ottobre 2010

 

12^ LODI CITTA’ FILM FESTIVAL 4 – 10 ottobre 2010
Cinema Moderno, C.so Adda 97 e Sala Carlo Rivolta-Teatro alle Vigne, V. Cavour 66 Lodi

Sabato 9
 
ore 16,30  – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente          riscoperte
Torino nera (1972, 105')
regia Carlo Lizzani
 
ore 18,30 - Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente          riscoperte
Kleinhoff Hotel (1977, 98')
regia Carlo Lizzani
 
ore 21,00 - Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Concorso Opera Prima Italia
La banda del brasiliano  (2009, 90’)
regia Patrizio Gioffredi 

ore 23,00 - film a sorpresa

 
Domenica 10
 
ore 10,30 - Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente          riscoperte
La grande olimpiade (1961, 140')
regia Romolo Marcellini
 
ore 16,00 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente         speciale animazione
Omaggio a Rossini (1964-73, 33')
regia Giulio Gianini e Emanuele Luzzati
 
 
ore 17,00 – Sala Carlo Rivolta
 Contemporanea. Il cinema europeo del presente          
Il cinema digitale secondo Giulio Questi (2007, 52')
regia Stefano Consiglio
 
ore 18,30 - Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente           
Un soleìl à Kabul...ou plutôt deux (2008, 75')
regia Duccio Bellugi Vannuccini, Sergio Canto Sabido e Philippe Chevalier
 
ore 21,00 – Sala Carlo Rivolta
Contemporanea. Il cinema europeo del presente          
Vedozero (2010, 77’)
regia Andrea Caccia
 
ore 23,00 Film di chiusura a sorpresa
                                                                       
 
Sala Carlo Rivolta, Teatro alle Vigne
Via Cavour, 66 – Lodi (ingresso libero)

Introduzione e programma delle ultime due giornate
programma delle ultime due giornate del festival
Il Cittadino, 9 ottobre 2010
ilcittadino9ottobre2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 567.0 KB

L’Opera prima a “La banda del brasiliano”

La seconda edizione del Concorso Opera Prima Italia 2010 è stata assegnata al film del collettivo Snellinberg “La banda del Brasiliano”. L'anno scorso s'aggiudicò il concorso “Fuga dal Call Center” di Federico Rizzo. Ritireranno il premio, un'incisione a tecnica mista dell'artista lodigiano Pier Paolo Curti, recentemente invitato alla Biennale di Venezia “People meet Architecture” e oggi in mostra con sue opere alla K35 Gallery di Mosca,  il regista  e lo sceneggiatore del film: Patrizio Gioffredi e Lorenzo Orlandini. Si riportano una dietro l'altra la motivazione della Giuria e uno scritto sul film del Collettivo Snellinberg. “L'anno cinematografico italiano ha riservato non poche sorprese. Tutte peraltro arrivate dai cosiddetti esordi. Ma, nessun film più de “La banda del Brasiliano” ha saputo dare risposte creative ad una situazione di crisi che va al di là di qualsiasi contenuto. In tal senso, “La banda del Brasiliano” consegna al cinema italiano e a chiunque abbia forza, coraggio e idee da proporre, un'idea di cinema con la quale da oggi bisognerà fare necessariamente i conti”.

La banda del Brasiliano è un film a bassissimo costo, nato dall’impegno volontario di una troupe di professionisti e appassionati di cinema, accomunati da una doppia esigenza: raccontare una forma di malessere sociale, uno scontro generazionale sotterraneo e pericoloso; farlo attraverso quel veicolo che un tempo se ne faceva espressione naturale e diretta, il cinema poliziesco italiano. La banda del Brasiliano è pertanto una specie di poliziesco, con tutti gli elementi tipici della tradizione. Ma anche una riflessione sulle difficoltà di girare un poliziesco oggi, e una commedia amara e nostalgica verso un’epoca, gli anni Settanta, che per motivi anagrafici non abbiamo potuto vivere. La banda del Brasiliano è anche un tentativo di parlare di cose come il precariato, la flessibilità o la mancanza di ideali, senza raccontare le solite storie di call center e di trentenni in crisi. È un film su di una generazione che è incapace di dare forma alla propria rabbia, e che resta impantanata nella melma di un Paese vecchio, ostile, testardo. Una generazione umiliata che trova tutte le porte chiuse e si accomoda in sala di attesa, ad annegare nella frustrazione e nel proprio stesso sarcasmo. La banda del Brasiliano prende in prestito i modelli, il linguaggio e l'estetica di un cinema feroce e dissacrante per raccontare la lotta di questa generazione totalmente disillusa, che cerca il conflitto e il corpo a corpo con i propri nemici, ma resta vittima della propria inettitudine e mancanza di convinzione. Un gruppo di ragazzi incapaci di tradurre la propria rabbia in azione provano a vivere come se fossero in un poliziesco, e a risolvere le cose come le avrebbe risolte Henry Silva: la violenza diventa una goffa farsa, mentre questa "specie di poliziesco" viene fatto gradualmente e dichiaratamente a brandelli. - John Snellinberg Film -

_________________________

Cinema sotto le Stelle - Comunicato

Siamo spiacenti di dover comunicare che in caso di maltempo le proiezioni saranno annullate e non più recuperate. Ulteriori comunicazioni al riguardo saranno affisse nella bacheca a vetri del Teatro alle Vigne (V. Cavour 66, Lodi).

 

Stasera e domani i film in programma sono:

 

Giovedì 12 Baciami ancora (130') regia Gabriele Muccino 
Venerdì 13 Happy Family (90') regia Gabriele Salvatores  proiezione straordinaria

 

Cordiali saluti                                  

                                   La direzione del Lodi Città Film Festival

 

 

 

CINEMA SOTTO LE STELLE 28 giugno - 26 agosto 2010

In occasione dell’apertura dell’edizione 2010 di Cinema sotto le Stelle (le trame e i trailer sono scaricabili da http://lodifilmfest.splinder.com/post/22898648/cinema-sotto-le-stelle-28-giugno-26-agosto-2010tag: cinema sotto le stelle 2010) ospitiamo una riflessione sul cinema di Fabio Francione, selezionatore e curatore della rassegna per il Lodi Città Film Festival in collaborazione con Lodi al sole.

 

«George Clooney o Johnny Depp, Carlo Verdone o Ferzan Ozpetek. Ancora Pedro Almodovar o Daniele Lucchetti. I nazisti imbastarditi di Tarantino o l’Holmes baudelairiano di Guy Ritchie. O i magnifici blockbuster hollywoodiani (New Moon, Iron Man 2, Scontro tra titani). Di nuovo: l’ipertecnologia di Avatar o la camera-stylo di Copia conforme di Abbas Kiarostami. Insomma, non solo titoli, attori e cineasti ma un insieme che fa domandare: come considerare il Cinema oggi? Ecco, l’interrogativo attuale ha evaporato di fatto la fatidica e filosofica domanda “che cos’è il cinema?” a cui intellettuali e critici hanno cercato di dare risposta, secondo le loro ragioni e i loro torti. L’unica certezza è che il cinema, assediato nella sua forma classica e virtuosa – pellicola, schermo, sala, pubblico – dalle molteplici e invero spesso affascinanti visioni solitarie (da YouTube all’home video in reciproca discordanza con in mezzo i tanti canali televisivi dedicati bisogna prendere atto dell’avanzata multiuso del digitale), sembra ancora sopravvivere, soprattutto a se stesso. Nemmeno tanto come industria, ma come sottile e ironica forma d’arte novecentesca d’intrattenimento, allo stesso tempo, popolare e colta. Perché a dar retta a Jean-Luc Godard, all’ottantenne regista dell’ultimo “Socialisme” e della riedizione dell’Histories du Cinema ci sono solo immagini giuste. Per chi? Facile dire: per chi desidera vedere, capire, godere. In qualsiasi modo possibile. Detto questo però è necessario spostare lo sguardo dallo spettatore al film. Dunque cosa vedere? Cosa scegliere? Cosa merita di essere visto?
Qui, l’argomentare si complica e le visioni distratte “casalinghe” s’annullano nel momento in cui si esce e si ridisegna il proprio tempo libero. Infatti, è con questo spirito che si seleziona una rassegna cinematografica estiva. Il sottoscritto e i suoi compagni d’avventura nei diciassette anni di conduzione del “festival” all’aperto nel suggestivo e quanto mai incantevoli “cortile del teatro alle Vigne”, hanno privilegiato tale condizione, teorizzando e praticandola lontano dall’affanno quotidiano. D’accordo con Fassbinder, per una volta, i film possono e devono liberare la testa. Di tutti».Fabio Francione

CINEMA SOTTO LE STELLE
Cortile del Teatro alle Vigne
28 giugno - 26 agosto 2010

GIUGNO 2010  

Lunedì 28 ALICE IN WONDERLAND (108') regia Tim Burton
Martedì 29 TRA LE NUVOLE (109') regia Jason Reitman
Mercoledì 30 SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE (100') regia Federico Moccia

LUGLIO  2010  

Giovedì 1 MINE VAGANTI (110') regia Ferzan Ozpetek  
Lunedì 5 IO LORO E LARA (115')regia Carlo Verdone
Martedì 6 GREEN ZONE (115') regia Paul Greengrass
Mercoledì 7 IL FIGLIO PIU' PICCOLO (100') regia Pupi Avati
Giovedì 8 NEMICO PUBBLICO (143') regia Michael Mann
Venerdì 9 GLI ABBRACCI SPEZZATI (129') regia Pedro Almodovar
Lunedì 12 L’UOMO CHE VERRA' (117') regia Giorgio Diritti
Martedì 13 PRINCE OF PERSIA (116') regia Mike Newell
Giovedì 15 LA PRIMA COSA BELLA (116') regia Paolo Virzì
Venerdì 16 IL CONCERTO (120') regia Radu Mihaileanu
Lunedì 19 GENITORI E FIGLI (110') regia Giovanni Veronesi       
Martedì 20 LA NOSTRA VITA (95')regia Daniele Luchetti
Mercoledì 21 IRON MAN 2 (124') regia Jon Favreau
Giovedì 22 LA REGINA DEI CASTELLI DI CARTA (148') regia Daniel Alfredson
Lunedì 26 COSA VOGLIO DI PIU'(126') regia Silvio Soldini  
Martedì 27 L’UOMO NELL’OMBRA (131') regia Roman Polanski
Mercoledì 28 DRAQUILA (93') regia Sabina Guzzanti
Giovedì 29 SCONTRO TRA TITANI (106')regia Louis Leterrier              

AGOSTO  2010  

Lunedì 2 COPIA CONFORME (106') regia Abbas Kiarostami
Martedì 3 AGORA (128')regia Alejandro Amenabar
Mercoledì 4 SHERLOCK HOLMES (128') regia Guy Ritchie
Giovedì 5 HAPPY FAMILY (90') regia Gabriele Salvatores data annullata per maltempo
Venerdì 6 BASTARDI SENZA GLORIA (160') regia Quentin Tarantino
Lunedì 9 THE HURT LOCKER (131')regia Kathryn Bigelow
Martedì 10 NEW MOON (130') regia Chris Weitz  
Mercoledì 11 INVICTUS (134')regia Clint Eastwood
Giovedì 12 BACIAMI ANCORA (130') regia Gabriele Muccino

Venerdì 13 HAPPY FAMILY (90') regia Gabriele Salvatores proiezione straordinaria

Martedì 17 AVATAR (162')regia James Cameron
Mercoledì 18 IL NASTRO BIANCO (138') regia Michael Haneke
Giovedì 19 SEX AND CITY 2 (146')regia Michael Patrick King
Venerdì 20 SHUTTER ISLAND (138') regia Martin Scorsese
Lunedì 23 ROBIN HOOD (148') regia Ridley Scott
Martedì 24 AMABILI RESTI (135') regia Peter Jackson               
Mercoledì 25 E’ COMPLICATO (120') regia Nancy Meyers 
Giovedì 26 MATRIMONI E ALTRI DISASTRI (102') regia Nina Di Majo

Bernardo Bertolucci. la mia magnifica ossessione
Bernardo Bertolucci. la mia magnifica ossessione

Bernardo Bertolucci
La mia magnifica ossessione

Scritti, ricordi, interventi (1967-2009)


Saggi
A cura di Fabio Francione e Piero Spila.

304 pagine
€ 18.00
ISBN 978881160105-0

«I titoli dei film, gli anni in cui sono stati realizzati, i nomi dei registi, l'essenza stessa degli Academy Awards, sono fuggitivi e condannati all'impermanenza più totale, all'oblìo, al fondu al nero. In questo libro spero si parli di film e di registi che fuggono in avanti.»
                                                              Bernardo Bertolucci

 

Grazie alla cura di Fabio Francione e Piero Spila, La mia magnifica ossessione permette di ripercorrere, in una carrellata «in soggettiva», l'avventura creativa di un maestro del cinema: in primo luogo attraverso quello che lo stesso autore racconta dei suoi film e delle occasioni che li hanno fatti nascere, dagli esordi con La commare secca e Prima della rivoluzione, al grande scandalo e al rogo per Ultimo tango a Parigi, fino ai successi internazionali di Novecento, L'ultimo imperatore, Il tè nel deserto e Piccolo Buddha, e ancora ai più recenti, L'assedio e The Dreamers.
 

La mia magnifica ossessione è anche una sorta di autobiografia. Parte dagli anni della formazione, con i ricordi del padre poeta Attilio, di Pasolini (di cui fu amico e aiuto regista), di Moravia. Ci racconta degli incontri, dei viaggi, delle esperienze. Ci presenta i film e i registi più amati, da Chaplin a Ophüls, da Godard a Bresson, da Renoir a Bergman e Antonioni.

Follia Santità Potere Povertà

Il Cinema di Liliana Cavani

Cinema Gnomo, Milano 3 - 7 marzo 2010

programma
follia santità potere povertà. il cinema di liliana cavani
Follia Santità Potere Povertà Il Cinema
Documento Adobe Acrobat 123.1 KB

Venerdì 5 marzo 2010

 

17:30 Terrazza Martini, Piazza Diaz 7, Milano

Conversazione con Liliana Cavani, preceduta dalla proiezione del cortometraggio Incontro di notte (Italia, 1961, 10') saggio accademico della regista prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia. Partecipano Massimiliano Finazzer Flory e Fabio Francione.

ROCKABECKETT rapide e lente amnesie tre - materiali stampa

25 ottobre 2009, Milano, Spazio Mil (4 ^ Festa del Teatro 2009)

19 dicembre 2009, Lodi, Teatro alle Vigne (Fuori abbonamento)

20 dicembre 2009, Bologna, Teatro Dehon (Omaggio a Samuel Beckett)

rockabeckett programma di sala
rockabeckett - programma di sala.pdf
Documento Adobe Acrobat 593.6 KB

---------------------------------

PREMIO ADDA D'ORO - CONCORSO OPERA PRIMA ITALIA 2009

Il Premio Adda d'Oro - Concorso Opera Prima Italia è stato assegnato al film di Federico Rizzo Fuga dal Call Center

Motivazione Premio Adda d'Oro - Concorso Opera Prima Italia 2009
motivazione_premio_adda_d'oro075[1].jpg
Formato JPG 58.8 KB

materiali promozionali, rassegna stampa, introduzione ai programmi quotidiani

Introduzione al Programma giorno per giorno. Rassegna Stampa

Il cittadino, 12 ottobre 2009
Il cittadino, 12 ottobre 2009
Il cittadino, 12 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 437.5 KB

Programma del 10 e dell'11 ottobre 2009

Programma del 10 e 11 ottobre 2009
Lodifilmfestprogrammadel10e11ott2009
lodifilmfest2009programma10e11ott2009.rt
File di testo 3.5 KB
Il Cittadino, 10 ottobre 2009
Il Cittadino, 10 ottobre 2009
Il cittadino, 10 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 503.7 KB

Venerdì 9 ottobre 2009

introduzione ai film e programma
lodifilmfestprogramma9ott2009
L'OSPITE DELLA GIORNATA E' UMBERTO LENZI
lodifilmfest2009introprogramma9ott2009.r
File di testo 3.6 KB
Il cittadino, 9 ottobre 2009
Il cittadino, 9 ottobre 2009
Il cittadino, 9 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 504.8 KB

Giovedì 8 ottobre 2009

introduzione ai film e al programma
lodiflmfestprogramma8ott2009
lodifilmfest2009introprogramma8ott2009.r
File di testo 3.1 KB
Il cittadino, 8 ottobre 2009
Il cittadino, 8 ottobre 2009
il cittadino, 8 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 498.8 KB

Mercoledì 7 ottobre 2009

introduzione ai film e al programma
lodifilmfestprogramma7ott2009
lodifilmfestintroeprogramma7ottobre2009.
File di testo 3.3 KB
Il cittadino, 7 ottobre 2009
Il cittadino, 7 ottobre 2009
Il cittadino, 7 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 648.3 KB

Martedì 6 ottobre 2009

introduzione ai film e al programma
lodifilmfestprogramma6ott2009
lodifilmfest2009introprogramma6ott2009.r
File di testo 3.3 KB
Il cittadino, 6 ottobre 2009
il cittadino, 6 ottobre 2009
Il cittadino, 6 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 452.9 KB

Lunedì 5 ottobre 2009

introduzione ai film e programma
lodifilmfestprogramma5ott2009.rtf
File di testo 5.0 KB
Il cittadino, 26 settembre 2009
Il cittadino 26settembre2009.html
Documento HTML 5.3 KB
rassegna stampa
Ilcittadino, 3 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 533.7 KB
Il giorno, 3 ottobre 2009
Il giorno, 3 ottobre 2009.html
Documento HTML 71.9 KB
Ilcittadino, 5 ottobre 2009
Il cittadino, 5 ottobre 2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 550.8 KB

Comunicati, depliant, cartella stampa

comunicatostampalodifilmfestival2009
1.ComunicatoStampaLodifilmfest2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 98.5 KB
comunicatostampalodifilmfestival2009retrospettivahaneke
2.ComunicatoStampaLodifilmfest2009retros
Documento Adobe Acrobat 55.8 KB
lodifilmfest2009pieghevole
pieghevolelodifilmfest2009.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.5 MB
cartellastampalodifilmfest2009
cartellastampalodifilmfest2009.zip
Archivio compresso in formato ZIP 3.0 MB

Catalogo web

lodifilmfest2009catalogo.pdf
Documento Adobe Acrobat 198.6 KB

Le sinossi dei film, i cast tecnici e artistici, le biografie dei registi sono scaricabili dai seguenti link:

CineDataBase - Cinematografo.it

Filmitalia.org - cerca

La visione negata. Il Cinema di Michael Haneke.

Cinema Gnomo, Milano 6-11 ottobre 2009

cinema gnomo locandina haneke
cinema gnomo locandinahaneke.pdf
Documento Adobe Acrobat 133.3 KB
Programma e orari dei film
brochurelavisionenegatailcinemadimichael
Documento Adobe Acrobat 249.8 KB

------------------------------------------------------------------------------------------------------

Comunicato n. 6 - PRESENTAZIONE A VENEZIA DELL'11^ LODI CITTA' FILM FESTIVAL

 

VENEZIA, Spazio AreaEventi (Area Garden-Casinò)

5 settembre 2009 - ore 18

PRESENTAZIONE 11^ edizione LODI CITTA' FILM FESTIVAL

 

La Falsopiano Edizioni è lieta di invitarvi, alle 18 del 5 settembre 2009 allo Spazio Area Eventi (Area Garden-Casinò), alla presentazione delle nuove uscite editoriali e all’anteprima del Lodi Film Città Festival.

Interverranno gli autori dei rispettivi volumi, il giornalista Italo Moscati, il critico cinematografico Sergio Di Lino, il direttore del Lodi Città Film Festival Fabio Francione e l'artista Luca Zampetti.


ROBERTO DONATI - “SERGIO LEONE. L’AMERICA, IL CINEMA E IL MITO”
Uno studio critico dei film della maturità di Sergio Leone e adesso, a venti anni esatti dalla sua morte, come tributo alla sua arte cinematografica. L'analisi prettamente cinematografica si arricchisce di una serie di contributi eccellenti (Sergio Donati, Franco Ferrini, Sir Christopher Frayling, Carlo Lizzani, Gianfranco Manfredi, Antonio Monda, Ennio Morricone, Roberto Recchioni, Luciano Vincenzoni...) che illustrano il valore stilistico e tematico del cinema di Leone e offrono una prospettiva personale sul fenomeno artistico e mediatico dello spaghetti-western. Con le preziose illustrazioni di Luca Zampetti, artista che dal 2004 espone la rielaborazione personale di significativi frame leoniani.

ROBERTO LASAGNA & LINO MOLINARIO - "I FILM DI DARIO ARGENTO"
Lo studio completo del cinema di Dario Argento alla luce delle sue nuove fatiche cinematografiche, sia italiane sia internazionali. Dal soggetto scritto per C'era una volta il West alle prime avvisaglie di Giallo, il volume affronta le innovazioni tematiche e stilistiche apportate dal cinema multiforme (ora giallo, ora thriller, ora horror, ora drammatico, ora televisivo...) del regista romano.

MATTEO STURINI - "MICHAEL MOORE - CINEMA, TV, CONTROINFORMAZIONE"
L'autore comprende saggiamente la sostanziale identità di detrattori e sostenitori del “fenomeno Moore” e, pur raccontandone reazioni e prese di posizione, si concentra piuttosto sul cercare di comprendere come Moore sia riuscito a conquistarsi un diritto di parola e un'influenza sull'opinione pubblica non comune, grazie al talento di provocatore, ma anche di narratore, e alla capacità di trasformare i tipici ostacoli del documentarista d'assalto in operazioni di marketing intelligente.

FABRIZIO FOGLIATO – “MICHAEL HANEKE. LA VISIONE NEGATA”
Il libro analizza l’opera di uno dei principali cineasti contemporanei, vincitore della Palma d’oro all’ultima edizione del Festival di Cannes per il sorprendente lungometraggio “Il nastro bianco”; un cineasta a cui verrà reso omaggio dalla retrospettiva organizzata da Fabrizio Fogliato e Fabio Francione, in conteporanea a Milano e a Lodi, dal 5 all’11 ottobre, in occasione della 11^ edizione del Lodi Città Film Festival.

ANTEPRIMA LODI CITTA’ FILM FESTIVAL (5-11 ottobre 2009)
“SCOPERTE E MASSACRI DEL CINEMA ITALIANO E EUROPEO”
Anticipazioni del programma di uno dei più interessanti e sroprendenti festival cinematografici della penisola, che quest’anno renderà omaggio a Cesare Zavattini nel ventennale della scomparsa (13 ottobre 1999) e presenterà l'importante retrospettiva su Michael Haneke. La monografia del festival, “Dziga Vertov group & Jean-Pierre Gorin”, sarà curata da Fabio Francione e Federico Rossin. Lodi, Teatro alle Vigne, 5-11 ottobre 2009

 

scarica i materiali:

Immagine 11^ Lodi Città Film Festival 5 - 11 ottobre 2009

 

I film e le sezioni in programma

 

Retrospettiva La Visione Negata. Il Cinema di Michael Haneke.

Il programma e gli orari a Milano

 

Immagine 11^ Lodi Città Film Festival 5 - 11 ottobre 2009
brochurepresentazionelodifilmfest2009.pd
Documento Adobe Acrobat 349.5 KB
I film e le sezioni
brochureprogrammalodifilmfestival2009.pd
Documento Adobe Acrobat 48.4 KB
Retrospettiva La Visione Negata. Il Cinema di Michael Haneke. Il programma e gli orari a Milano
brochurelavisionenegatailcinemadimichael
Documento Adobe Acrobat 315.9 KB

Comunicato n. 5 - 11^ edizione, 5 - 11 ottobre 2009

La "Palma d'oro" per il miglior film in concorso all'edizione 2009 del Festival di Cannes è stata assegnata a Il nastro bianco del regista austriaco Michael Haneke.

 

Girato in un bellissimo bianco e nero, Il nastro bianco (Das weisse band) è una ricognizione su tutto quanto agli inizi del Novecento in Germania faceva presagire, a posteriori, l’avvento del Nazionalsocialismo e al nefasto carisma del suo Fuhrer, Adolf Hitler, di imporre la volontà del “Reich millenario” sull'Europa e sul mondo.

 

Nord della Germania. Bambini e adolescenti frequentano assieme l’unica classe della scuola di un piccolo villaggio: è attraverso di loro, e la voce off del loro maestro che ricorda quei giorni, che Haneke traccia un ritratto algido e geometrico di quel mondo e di quella società. L’estrema severità di comportamenti e atteggiamenti nasconde derive perverse e patologiche che trovano applicazione nelle violenze domestiche e nei confronti di donne, bambini, disabili fisici e psichici.

 

Dunque, Il nastro bianco, è l’ulteriore messaggio diretto all’indirizzo di quella contradditoria ricerca che occupa Michael Haneke da anni e che riguarda la “questione della forma della rappresentazione della violenza” nel mondo moderno e contemporaneo, dal ‘900 ad oggi.

 

Con immenso piacere la direzione del Lodi Città Film Festival saluta questa nuova affermazione di Michael Haneke, di ritorno dal “viaggio americano” e nel Festival cinematografico più prestigioso del mondo; cogliendo l’occasione si annuncia, a conclusione di un lavoro durato due anni, che ad ottobre, dal 5 all’11 ottobre 2009, ed in contemporanea a Milano e a Lodi, con la collaborazione del Forum Austriaco di Cultura, si svolgerà a cura di Fabrizio Fogliato e Fabio Francione la retrospettiva integrale dei suoi film, “La visione negata. Il cinema di Michael Haneke”.

 

Per l’occasione sarà pubblicato un aggiornamento della monografia “La visione negata. Il cinema di Michael Haneke” di Fabrizio Fogliato, edita dalle Edizioni Falsopiano di Alessandria.

 

 

Comunicato n. 4 - 11^ edizione, 5 - 11 ottobre 2009

Per la prima volta, la sezione "Contemporanea", passando da "cinema italiano del presente" a "cinema europeo del presente", aprirà una sottosezione "in concorso" destinata alle “opere prime nazionali”: Concorso Opera Prima Italia (Premio Adda d’Oro). L’apertura di questa sezione concorsuale è nata seguendo  una vocazione sperimentata nelle ultime quattro edizioni in cui si è dato spazio a film realizzati in qualsiasi formato (dalla pellicola al digitale) e genere e che hanno segnano l’esordio di nuovi registi e tendenze. Tra le opere prime proposte: “Tagliare le parti in grigio”; “Il rabdomante”; “Il viaggio di Gesù”; "Il vento, di sera”, “Il vento fa il suo giro”, “Appunti per la distruzione”, “Mala Apokalipsa”,   “Machan - la vera storia di una falsa squadra”.

entry_form Concorso Opera Prima Italia
scarica e compila la scheda di partecipazione al Concorso Opera Prima Italia (Premio Adda d'Oro)
entry_formconcorsooperaprimaitalia.pdf
Documento Adobe Acrobat 49.4 KB

Comunicato n. 3 - 11^ edizione, 5 - 11 ottobre 2009

L'edizione 2009 del Lodi Città Film Festival dedicherà i suoi omaggi a:

Cesare Zavattini nel ventennale della scomparsa (13 ottobre 1999) con sette film selezionati in un arco temporale di quasi cinquant'anni di vita cinematografica italiana e al poeta Andrea Zanzotto e a Federico Fellini per i film Il Casanova di Federico Fellini e E la nave va, raro esempio di collaborazione tra due dei più importanti poeti e registi del secondo novecento.


Zavattini. Vent'anni dopo (1999 - 2009):

Darò un milione (1935) regia Mario Camerini; La porta del cielo (1945) regia Vittorio De Sica; Cinque poveri in automobile (1952) regia Mario Mattoli; Un marito per Anna Zaccheo (1953) regia Giuseppe De Santis; La lunga calza verde (1961) regia Roberto Gavioli; Andremo in città (1966) regia Nelo Risi; La veritàaaa (1983) regia Cesare Zavattini

I sogni vanno dove vogliono. Il cinema di Federico Fellini e Andrea Zanzotto

Il Casanova di Federico Fellini (1976) regia Federico Fellini
E la nave va (1983) regia Federico Fellini

Comunicato n. 2 - 11^ edizione, 5 - 11 ottobre 2009

Le Retrospettive.

 

La retrospettiva "La visione negata. Il Cinema di Michael Haneke" sarà curata da Fabio Francione e Fabrizio Fogliato. La monografia scritta da Fabrizio Fogliato è edita dalle Edizioni Falsopiano ed è già disponibile in libreria.

 

La retrospettiva "Dziga Vertov Group & Jean-Pierre Gorin" sarà curata da Fabio Francione e Federico Rossin. La monografia, redatta dagli stessi curatori della retrospettiva, sarà pubblicata ad ottobre dalle Edizioni Falsopiano.

 

 

Comunicato n. 1 - 11^ edizione, 5 - 11 ottobre 2009

L'11^ edizione del Lodi Città Film Festival avrà luogo presso il Teatro alle Vigne di Lodi (Sala Grande e Ridotto rinnovato)dal 5 all'11 ottobre 2009. Come annunciato in più occasioni, dopo dieci anni dedicati in esclusiva al cinema italiano, l'edizione 2009 si aprirà all'insegna del cinema europeo. La sezione attuale Contemporanea - il cinema europeo del presente si sdoppierà in due sottosezioni: la selezione ufficiale che raccoglierà le novità del cinema continentale e per la prima volta un concorso che premierà le opere prime italiane, seguendo così una vocazione sperimentata negli ultimi quattro anni. Ragguagli e bando di partecipazione del concorso saranno pubblicati ad inizio del 2009. Le retrospettive saranno dedicate a Michael Haneke e a Jean - Pierre Gorin.
Bozza immagine 18^ Lodifilmfest 2016